Membrana osmotica: come funziona e prezzi

La membrana osmotica è il componente principale del depuratore d’acqua a osmosi inversa.

Membrana osmosi inversa 50 GDP

Membrana osmosi inversa 100 GDP

Membrana osmosi inversa 150 GDP

Come funziona una membrana osmotica

La membrana è composta da pellicole di 2 o più materiali stratificati (acetato di cellulosa e poliammide) avvolte su se stesse che hanno pori di dimensioni 0.0001 micron,
Membrana osmosi inversa elimina arsenico

Il funzionamento di una membrana a osmosi inversa

e di una pompa, riesce a purificarsi mentre gli inquinanti legati all’acqua di scarto vengono espulsi tramite un tubicino di scarico.

Quando un depuratore è in funzione sembra essere lento nell’erogare acqua. Questa lentezza è dovuta al fatto che l’acqua stessa fa fatica ad attraversare i pori delle membrane. La membrana ha quindi la funzione di dividere in 2 l’acqua del rubinetto: un’acqua pura oligominerale leggera (a basso contenuto di sali minerali), e un’acqua di scarto legata alle sostanze in eccesso (metalli pesanti, pesticidi, nitrati, sedimenti, alghe etc). Gli inquinanti non riescono a passare attraverso i pori minuscoli perchè di dimensioni più grandi dei pori. membrana osmotica filmtecPer ogni litro di acqua pura prodotta, si realizza uno scarto di 2 litri di acqua. La portata della membrana osmotica si misura in galloni al giorno (GDP), quando un gallone è 3,785 litri. Ci sono membrane da 50, 75, 100, 150, 300 GDP. Le marche più famose sono quelle americane, leader nel settore dell’osmosi, Filmtec e AMI.

La deperibilità di una membrana a osmosi inversa

Le membrane osmotiche deperiscono facilmente a contatto con il cloro. Per questo motivo nel depuratore a osmosi inversa, prima della membrana, si trovano filtri a carboni attivi che hanno la funzione di eliminare cloro e sedimenti di grandi dimensioni. I filtri a carboni attivi allungano così la vita delle membrane, che si attesta sui 3 – 4 anni. E’ difficile affermare con precisione la durata di una membrana perchè dipende da numerosi fattori: durezza dell’acqua, frequenza di utilizzo, regolarità delle manutenzioni. I depuratori più moderni hanno una centralina con un tasto per attivare il lavaggio manuale delle membrane in modo da favorire l’eliminazione di depositi e il distacco della patina superficiale. Per garantire una maggiore durata delle membrane ricordati sempre di non lasciare inattivo il depuratore senza acqua all’interno per più di una settimana. Se non lo usi per qualche giorno lascia l’acqua in circolazione al suo interno. Se non lo fai al nuovo utilizzo potresti accorgerti che il calcare potrebbe essersi seccato dentro i pori della membrana impedendo il flusso dell’acqua. Quando il depuratore fa fatica a erogare l’acqua molto probabilmente si sono ostruiti i pori (un pò come succede alla moka quando non riesce a far passare il caffè). Le cose da fare in questi casi sono 2: o si sostituiscono le membrane o si fa una pulizia accurata. Il tecnico del depuratore, oltre che del cambio dei filtri a carboni attivi ogni 6 – 12 mesi, si occupa della pulizia chimica delle membrane immergendole in candeggiante al cloro, acido cloridrico o perossido di idrogeno.

Quanto costa una membrana osmotica

I prezzi di una membrana osmotica variano in base al GDP, ossia quanta acqua riescono a produrre. Più ne producono, più sono costose. A questo link puoi trovare alcune membrane in vendita.

Altri componenti del depuratore

  • Filtro a carboni attivi
  • Filtro sedimenti
  • Sterilizzatore UV
  • Serbatoio di accumulo
  • Manometro pressione
  • Valvole e raccordi
  • Sistema lavaggio membrane

Membrana osmosi inversa 50 GDP

Membrana osmosi inversa 100 GDP

Membrana osmosi inversa 150 GDP